CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN: 
INGEGNERIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE

Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Ingegneria per l'Energia e l'Ambiente, erogato dal dipartimento aggregazione dei dipartimenti di ingegneria industriale e dell'informazione e di ingegneria civile, design, edilizia e ambiente, mira alla formazione di figure professionali di livello elevato, in grado di interagire professionalmente con le pubbliche amministrazioni e le aziende private, specificamente orientate alle attività di innovazione tecnologica e di ricerca. I suoi laureati devono pertanto saper padroneggiare gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria energetica ed ambientale, ed essere capaci di identificare, formulare e risolvere problemi complessi dell'ingegneria energetica e dell'ingegneria per l'ambiente, con un approccio multidisciplinare; devono inoltre essere in grado di valutare tra le soluzioni progettuali quelle ottimali sotto alcuni aspetti.

La struttura del percorso formativo, come previsto dalla normativa per le lauree magistrali interclasse, prevede che, al termine del primo anno di corso, gli allievi possano optare per la classe di laurea nella quale conseguire il proprio titolo di studio.

Le due figure professionali derivanti da tale scelta saranno: ingegneri energetici con conoscenze sulle implicazioni che le attività di produzione e gestione dell'energia hanno sulle risorse ambientali; ingegneri per l'ambiente e il territorio con conoscenze sulle energie rinnovabili, sull'uso sostenibile delle risorse, sull'integrazione tra le varie fonti di energia.
In particolare, il laureato avrà: competenze sulle tecnologie compatibili con lo sviluppo sostenibile e con l'innovazione del settore energetico e della produzione, con l'uso sostenibile delle risorse ambientali, improntate al risparmio energetico e all'uso di fonti rinnovabili e del riciclo; competenze sulla progettazione avanzata di sistemi a rete per l'integrazione e la gestione intelligente della produzione di energia in particolare elettrica e per il controllo della domanda dei prosumers (produttori e utilizzatori di energia elettrica) e sulla gestione di sistemi ambientali ed energetici complessi; capacità di pianificazione e programmazione, per coniugare le necessità della produzione energetica e dello sviluppo del territorio con il corretto utilizzo delle risorse ambientali; competenze sui processi socio-economici che regolano la disponibilità di risorse ambientali e di energia; competenze sulla valutazione degli impatti delle attività produttive sull'ambiente, e sulle analisi di rischio ambientale; competenze per la progettazione di sistemi complessi per la protezione dell'ambiente ed il controllo dell'inquinamento, di interventi di bonifica di matrici ambientali, di impianti di trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti, reflui, acque ed emissioni; competenze sulla previsione, prevenzione e gestione dei rischi ambientali.

Al fine di assicurare un percorso formativo coerente ed organico, ma consentire al tempo stesso una certa personalizzazione, il corso prevede:

- al primo anno, insegnamenti comuni ad entrambe le possibili figure professionali
- al secondo anno, specifici pacchetti di insegnamenti per guidare lo studente nella costruzione del percorso formativo nella classe di laurea prescelta.

Vai al Piano di Studi